Come vestirsi per un colloquio di lavoro

Oggi parliamo dell’eterno dilemma per chi sta cercando lavoro o desidera cambiare quello attuale, ovvero come presentarsi ad un colloquio di lavoro; prima di tutto ricordiamoci sempre che l’immagine è il nostro primo biglietto da visita visivo, sappiamo tutti infatti che la prima impressione è molto importante a un colloquio di lavoro, perché a parlare non sarai soltanto tu, ma anche i tuoi gesti, il tono della voce, e naturalmente ciò che indossi… in secondo luogo occorre capire in quale contesto o settore intendiamo posizionarci, perché ovviamente fa molta differenza presentarsi per un colloquio di selezione in banca o in uno studio legale, piuttosto che in un’azienda del settore moda o beauty. Iniziamo col tracciare delle distinzioni e farci delle domande: il settore in cui opera l’azienda presso la quale mi devo presentare, di che tipo è? Il contesto è formale, oppure informale, ed il settore di appartenenza è piuttosto creativo, oppure l’autorevolezza la fa da padrona?

Seconda domanda, chiedetevi sinceramente qual è il vostro stile abituale e che vi è più congeniale, e cercate di non stravolgerlo troppo indossando abiti che non indossate mai ; ad esempio, se vivete coi jeans 7 giorni su 7, e volete essere assunti in un’azienda di revisione contabile (che ha un contesto decisamente formale) evitate il tailleur, ma limitatevi a una classica camicia bianca, un pantalone semplice, con un bel cardigan carino, e abbinate le francesine. E’ giusto quindi tenere conto dell’ambiente in cui vi troverete (non dimentichiamo mai che ogni azienda ha il suo dress-code), ma rispettando il vostro stile originale, altrimenti rischiate di sentirvi ingessati e a disagio proprio il giorno in cui dovrete dare il massimo! ed ora passiamo ad alcune regole:

  • Una regola importante da ricordare sempre per le donne  è quella di evitare le scollature: stiamo andando ad un colloquio di lavoro, non a una serata con gli amici….
  • Allo stesso modo evitiamo le minigonne, ottimo invece puntare su un paio di pantaloni sartoriali, di buon taglio e vestibilità che donino alla nostra figura;
  • per i colori preferiamo tonalità semplici, e al limite utilizziamo un colore vivace negli accessori (più piccoli di un capo di abbigliamento, e quindi più discreti); potremo far uscire il nostro stile particolare grazie ad essi;
  • Un capo must have è sicuramente la giacca, dà sempre un’allure raffinata ed elegante ad un abbinamento;
  • va da sè che i capi devono essere tutti ben stirati per dare l’impressione di accuratezza e non di sciatteria, prepariamo il nostro outfit la sera prima così avremo modo anche di controllare la vestibilità dei capi (attenzione ai bottoni che sembra si stacchino, cerniere che non funzionano, orli che si stanno sfilacciando, ecc.)
  • per il make-up meglio sceglierlo nei toni naturali e senza eccedere con smokey eyes (va bene per un trucco da sera) o rossetti troppo accesi.
  • Per le scarpe infine, le donne dovrebbero evitare i tacchi altissimi e preferire un tacco medio, riserviamo le nostre amate scarpe a stiletto per il tempo libero; occorre poi avere cura di indossare delle scarpe non rovinate e in buono stato, e sulle quali riusciamo a camminare agevolmente; per le amanti delle scarpe basse, evitate di fare le eroine indossando il giorno del colloquio quel paio di scarpe col tacco così belle ma che non avete mai messo…
  • La borsetta dev’essere di buona fattura, non necessariamente costosa ma in ordine e non rovinata; questa potrebbe essere il tocco di colore che vi personalizza e vi permette di esprimere la vostra personalità,
  • Come ultimo consiglio, cercate di adattarvi al luogo dove dovrete recarvi (magari studiatevi in anteprima come vestono le persone che ci lavorano) ma senza spersonalizzarvi troppo; è perfetto adeguarsi al dress code aziendale, ma mantenendo comunque la nostra personalità. Come? Puntando sugli accessori, quelli che vi rappresentano fino in fondo e che sentite vostri.

Ed ora vediamo alcuni esempi di outfit ed abbinamenti da utilizzare per il gran giorno:

  • CONTESTI PIU’ FORMALI: banche, aziende di revisione, studi legali, notarili, ecc.

In questo caso tutto dipende dal vostro stile: se amate lo stile classico elegante potete tranquillamente indossare un tailleur, se invece amate uno stile più sportivo meglio evitare il classico completo, troppo formale per voi, e limitarvi ad un semplice abbinamento: camicia e pantaloni con un cardigan, con scarpe eleganti, o anche una bella maglia di lana particolare con una gonna a tubino o dei pantaloni di stile più classico.  Per chi porta piercing o ha tatuaggi vistosi meglio toglierli (piercing) e coprirli (tattoo).

cosa indossare a un colloquio di lavoro consigli consulente immagine Milano

Alcuni abbinamenti eleganti

 

  • CONTESTI PIU’ CREATIVI E INFORMALI: settore della moda, bellezza, pubblicità tanto per citarne qualcuno ; in questo caso potete sbizzarrirvi di più secondo il vostro estro, ma senza trasformarci in caricature o esagerare. Via libera ad abbinamenti più inconsueti ed originali dunque; di seguito potete trovare diverse immagini di esempi. Restate sempre fedeli al vostro stile, ma ricordatevi comunque che è un colloquio di lavoro, quindi bando agli eccessi, anche se lavoreremo in un settore creativo.

Avete ancora dei dubbi su cosa indossare per un colloquio di lavoro? scrivetemi nei commenti e vi risponderò appena possibile, il vostro feedback è importante per me!

A presto e…in bocca al lupo per il colloquio!

Valentina



Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi ricevere dei consigli gratuiti di moda, stile e make-up per migliorare la tua immagine? 
close-link