IL DRESS CODE: cos’è e perché è importante seguirlo

Si fa tanto parlare di dress code, ma cosa significa esattamente? Come dice la parola stessa, è in pratica un codice di abbigliamento che va rispettato in certi contesti e situazioni, un insieme di regole spesso tacite, a volte espressamente indicate negli inviti, ma in generale risapute ai più.

Va detto che rispettare un determinato dress code richiesto per le varie occasioni che si presentano nella vita è innanzi tutto sinonimo di rispetto verso il prossimo. E come ben sappiamo, al giorno d’oggi il rispetto è merce rara e ancora più importante proprio per questo.
Vediamo ora vari classici casi in cui occorre seguire un dress code:
ai matrimoni: agli invitati e soprattutto invitate è vietato indossare il nero (troppo funereo e associato al lutto), il rosso (troppo squillante per l’occasione), e il bianco (per non rubare la scena alla sposa). Ovviamente è richiesto un abbigliamento elegante, a meno che gli sposi abbiano esplicitamente previsto e/o richiesto agli invitati un abbigliamento più informale (ad es per un matrimonio shabby-chic, o per gli sposalizi in riva al mare)
cerimonie come battesimi, comunioni, cresime; in questo caso vengono eliminate le regole sui colori relative al matrimonio e abbiamo perciò più scelta davanti a noi, cercando sempre di mantenere le costanti di eleganza ma con più creatività, e meno rigidità. Unico consiglio, per i genitori del bambino e padrino e madrina, teniamo un’ attenzione particolare al nostro outfit e maggiore ricercatezza rispetto agli invitati.
ai funerali; occorre adottare un abbigliamento sobrio, non sportivo, e con toni scuri. Meglio evitare i jeans, optiamo per una mise semplice e sobria nei toni del nero, grigio, marrone, blu, in generale colori neutri e non squillanti. In chiesa, evitiamo di indossare gli occhiali da sole e l’eventuale cappello che indossiamo.
ai colloqui di lavoro: dipende molto dall’ambiente nel quale si verrà accolti. Se si deve fare un colloquio in banca è di rigore un abbigliamento formale ed elegante, anche se oggi è diventato un luogo leggermente meno rigido rispetto al passato (l’uomo con l’abito e la donna con un tailleur o giacca e pantaloni/gonna spezzati), mentre se il colloquio verrà svolto in un ambiente più creativo (es. aziende di pubblicità, moda, ecc) è possibile adottare una mise più originale, colorata e meno sobria, ma sempre senza esagerazioni e puntando sulla semplicità. Anche in ambienti informali, se vogliamo indossare i jeans (meglio scuri che delavé) magari abbiniamoli in modi più chic, non con la t-shirt ma con una camicetta colorata ad esempio, e delle scarpe che non siano sneakers ma ad esempio mocassini, francesine, scarpe col tacco medio.
ambienti particolari di lavoro: nel contesto medico e/o sanitario, nei ristoranti e nei centri estestici/Spa il bianco la fa da padrone, per il messaggio che comunica di pulizia, precisione e purezza, mentre per parrucchieri e truccatori spesso è richiesto di vestirsi in nero, anche per non sovrastare i clienti con troppi colori, e sembrare più sobri, ordinati ed eleganti; il nero in generale è adottato da molti brand aziendali perchè evoca potere, formalità, classe, raffinatezza, eleganza e credibilità. Ad ogni ambiente e contesto è associato spesso un colore particolare, ognuno col suo significato e messaggio preciso da veicolare. Altro esempio è il mondo dell’ecologia e del green, associati sempre al verde per il messaggio di naturalità e freschezza che trasmette, richiama il verde dei boschi e prati.
Eccovi una carrellata di immagini con vari dress code e, come sempre, se avete dubbi o domande su cosa indossare in una determinata occasione scrivetemi nei commenti o via mail…
A presto!
Valentina

 



2 Comments

  • Stefano Ricci

    Buongiorno,
    sono stato invitato con mia moglie e mio figlio di 16 anni ad una cena di gala
    riguardante il giuramento da Sottotenente dei Carabinieri di una mia cara ex Allieva.
    Faccio presente che l’evento è programmata di sera per le ore 20:00 presso un circolo
    militare in Roma. Inoltre comunico che io stesso sono un Luogotenente C.S. dei Carabinieri
    in servizio. Posso presentarmi in uniforme di gala, visto che nell’invito è richiesto “preferibile
    dress code” e Black Tie Optional? Come deve vestire mio figlio e mia moglie ( è giovanile e ha 40 anni)?
    Grazie delle informazioni che vorrete fornirmi
    Cordialmente
    Stefano Ricci

    • Valentina Lombardi

      Buongiorno Stefano, le ho risposto in privato.
      Un caro saluto, Valentina

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi ricevere dei consigli gratuiti di moda, stile e make-up per migliorare la tua immagine? 
close-link